sabato 7 ottobre 2017

ReV BMC

Rev "BMC Granfondo"




Il telaio deriva da una BMC Granfondo 02 (la seconda Rev con questo eccellente telaio) con componentistica Ultegra.
C'e da dire che era dotata di alcuni componenti sportivi ma non racing puro,  come ad esempio la guarnitura tripla anteriore o i pneumatici "all season". Per questo motivo il peso iniziale era di 8.5 kg, leggera ma non leggerissima. Il peso della versione reclinata si attesta sui 9.6 kg, quindi il delta peso tra bdc e la versione taglia incolla "Frankenstein reclinata" è di 1.1 kg che non è male. In particolare sono riuscito a tenere il peso del sedile che, nudo, è di 450g mentre con tutti i supporti del caso (che per robustezza e facilità di realizzazione sono in alluminio e acciaio),  arriva a 620 grammi. 
Il passo è sul lungo andante perchè siamo sul 115 cm ma l'ho scelto per dare una caratteristica di stabilità alle alte velocità. L'incidenza è di 70° contro i 68° che solitamente tenevo. Questo mi sembra abbia dato una maggiore facilità di guida alle basse velocità.

La principale novità consiste nel tipo di accoppiamento tra boom (il tubo che collega il movimento centrale con lo sterzo), il cannotto di sterzo e la pipa reggi manubrio. I tre componenti sono infatti bloccati insieme da uno stringitubo da 40 mm (che è il collare che blocca il reggi tubo della sella di una mtb, preso su internet) e  quindi consente di regolare la lunghezza del tubo reggi manubrio con un sistema telescopico. Nel contempo consente di smontare il gruppo forcella per la ordinaria manutenzione. 

Altra novità è l'accoppiamento sedile - telaio. Il sedile appoggia sul telaio tramite una "C" (o, meglio due "L") che si accoppiano con un tubolare quadro b(è il tubo che si vede sotto al sedile, inclinato di circa 30° rispetto all'orizzontale) il tutto mandato a pacco tramite una vite e relativo dado (da 6mm) . Questo permette di spostare il sedile in lunghezza, grazie ai vari fori che sono presenti sul quadro. Il sostegno posteriore del sedile segue la stessa logica, grazie a dei fori presenti sul quadro nella parte posteriore. Inoltre sul  sostegno sono presenti altri fori, che consentono la regolazione anche in inclinazione. Al posto di una vite di bloccaggio, al posteriore c'è uno sgancio rapido opportunamente accorciato che consente quindi di modificare molto velocemente l'inclinazione del sedile, in caso sia necessario. Ad esempio se il percorso dell'uscita è previsto pianeggiante, prima di partire, si inclina di più il sedile. Il contrario per un percorso in salita. L'operazione si esegue in 30 secondi, per cui sarebbe possibile anche in caso di brevi o brevissime soste.
Queste idee sono scaturite grazie ai tester delle altre Rev, in particolare dai suggerimenti arrivati da Tonino.

Alcune foto, seguiranno altre foto e, se riusciamo, un video.












1 commento:

Unknown ha detto...

Gran bel mezzo, è per caso in vendita ? Io ho qualche guaio fisico e sto cercando un mezzo agile ma anche bello che mi consenta di fare dei bei giri. Ivano 3283544856